Ira Green – Sito ufficiale (Official website)

Biography (Italian)

Ira Green Photo by R. Roma

Ira Green, è nata a Mugnano di Napoli (Na). Si è avvicinata alla musica rock e hard rock grazie alla passione che i suoi genitori, in particolar modo suo padre ex dj, le hanno trasmesso. Una lunga gavetta alle spalle, più di dieci anni a fare spola tra un locale e l’altro della Campania assieme alle sue cinque band, guadagnandosi da vivere cantando e suonando anche il basso talvolta. Un altro fattore fondamentale nel suo percorso artistico è stato combattere la sua timidezza, ragion per cui, prima di avvicinarsi definitivamente alla musica, ha sperimentato varie discipline dell’arte come la danza classica, danza hip hop e il teatro. A giudicare dalla carica dirompente con cui oggi affronta il palcoscenico, sembra davvero essere riuscita a scacciar via la sua parte timida.


Ira riesce, dopo vari provini, ad accedere alle blind auditions di The Voice of Italy 2015 e sorprende tutti e cinque i giudici, che prontamente si girano, con una bellissima e grintosa versione di Black dog dei Led Zeppelin. Una versione che attualmente su YouTube ha superato quattro milioni di visualizzazioni.
Durante il suo percorso il suo coach la fa esibire a ritmo di Black Sabbath, Nirvana, AC/DC, Deep Purple, oltre ai nostrani Vasco Rossi e Gianna Nannini, ciò fa sì che il pubblico appassionato di musica rock si avvicini sempre più al suo percorso.
La sua avventura nel talent show finisce a un passo dalla finale, ma i riscontri che arrivano successivamente al programma danno grosse soddisfazioni alla rocker partenopea.

bio3
Conclusa la sua avventura in tv, Ira di nuovo a calcare il palcoscenico, quello che lei definisce “il vero palcoscenico”, a contatto col pubblico. Il suo tour parte nella sua Napoli passando per Milano al prestigiosissimo ”Live Club” a Trezzo sull’Adda, successivamente poi nei maggiori festival metal oltreconfine, tra SvizzeraAustria Francia, il tutto condito dalla ciliegina finale: il 6 Agosto del 2015 si esibisce live insieme ai Litfiba ad Ercolano.
Nel frattempo, rifiutando proposte discografiche che la costringevano ad adattarsi ad un personaggio che non le si confaceva, decide di auto-prodursi e registrare un primo singolo ”Mondo senza regole” che esce l’11 Settembre 2015. Il singolo entra nella top 100 generale di iTunes Store e supera nel giro di un mese 100.000 visualizzazioni su YouTube.

mondosenzaregolecover

L’11 settembre 2015 è uscito il primo singolo di Ira, dal titolo “Mondo senza regole”. Un brano inedito composto dalla stessa giovane artista, prodotto, missato e masterizzato presso la CTRL Room, a cura di Giorgio Durantino e Francesco Guarnaccia. Un pezzo fedele alla sua anima da rocker. Al testo cazzuto si accompagnano quelle sonorità forti che hanno caratterizzato il suo percorso musicale di Ira. “Mondo senza regole” è un misto di energia trascinante e inquietudine che racconta la difficoltà dell’essere umano di essere sé stesso all’interno di un mondo che ti giudica dall’apparenza. “Mondo senza regole – dice Ira Green – parla della società odierna che vede il male in persone che si differenziano dalla massa, ma anche della non accettazione di se stessi, e talvolta dell’odio verso se stessi. Il video è molto esplicito in tal senso…”.

front-ira

Mentre è in tour per l’Italia in città come LuccaFoggiaVicenzaNapoli e RomaIra prepara quello che è stato il suo primo album (prodotto attraverso la piattaforma web di crowdfunding MusicRaiser di Giovanni Gulino, cantante dei Marta sui Tubi), intitolato “RE(be)LIGION” e anticipato dal singolo “I’m wrong”, uscito il 16 settembre, che, a differenza dei primi due singoli e come tutti gli altri brani del disco, è scritto in lingua inglese, idioma col quale solitamente preferisce esprimersi l’artista napoletana. Il disco uscito il 4 Ottobre 2016 è un mix di emozioni che promettono di rivoluzionare il proprio essere lasciandolo libero di esprimersi.

 Il 5 Dicembre 2016 esce Light from your eyes, secondo singolo estratto da RE(be)LIGION, che ottiene un ottimo riscontro in termini di visualizzazioni, raggiungendo tra Facebook e YouTube quasi 40.000 views in meno di due settimane.

A Gennaio 2017 arriva 11esima su 900 band nella competizione dello Sweden Rock Festival, la cosa non lascia indifferente il Festival Rock Feminino che la chiama in qualità giudice in Brasile.

16 Febbraio 2017 esce I’m still calling you, terzo singolo estratto da RE(be)LIGION, disponibile nella sezione video.

Nel giorno del suo compleanno, il 23 Aprile 2017, Ira pubblica il suo nuovo singolo “Fino alla fine”, che segna un piccolo primo ritorno alla lingua italiana dopo “Mondo senza regole”.
Nell’autunno del 2017, dopo il suo viaggio negli USA, con tappa anche a Filadelfia, resta incantata dai luoghi e dalle ambientazioni della città americana, tant’è che a settembre pubblica su YouTube la sua cover di Eye of the tiger, tratta dalla colonna sonora della storica saga di Rocky, con cui ha raggiunto ad oggi quasi un milione di visualizzazioni. Un vero successo inaspettato.
Da lì l’idea di reinterpretare le canzoni più belle tratte dal soundtrack del franchise di marca Stalloniana, con cui conquista gran parte del pubblico americano, ricevendo anche tantissimi attestati di stima dai fan club di Rocky in tutto il mondo.
L’incontro poi con Fabrizio Simoncioni, storico producer dei Litfiba, Ligabue, Negrita ecc., dà il via a ciò che Ira auspicava già da qualche tempo, creare il suo secondo album.


Parte il crowdfunding con cui la rocker raccoglie più di 12.000 euro, andando ben oltre l’obiettivo prefissato di 10.000 e superando anche di gran lunga il primo crowdfunding con cui raggiunse poco più di 6000 euro.
Per cui dopo varie tappe in giro per l’Italia e l’Europa, decide di chiudersi in studio e dedicarsi completamente a quello che sarà “7”, il suo nuovo album che avrà un unico tema centrale: i sette vizi capitali; a raccontarli sarà il “peccatore” stesso.
A differenza di RE(be)LIGION, questo album sarà tutto in italiano.
L’album prevede la partecipazione di Marco Branca, Andrea Sora, Sebastiano Danelli e Salvatore Laurella, ma anche la presenza straordinaria di musicisti come Cesareo (chitarrista di Elio e le storie tese), Federico Sagona (ex tastierista Litfiba, Pelù e Noemi) e Fabrizio Simoncioni (producer e tastierista dei Litfiba).
Registrato da Marco Branca negli MBS studios di Brescia, mixato da Fabrizio Simoncioni – DpoT studio (Prato) e masterizzato da Andrea De Bernardi – Eleven Mastering (Busto Arsizio), “7” uscirà il 30 Novembre in tutti gli store digitali e disponibile in copia fisica sulla sezione shopping del sito ufficiale di Ira.


L’album è stato anticipato dal singolo “INDIEvidia (Invidia)”, che è stato pubblicato sul suo canale YouTube ufficiale, Venerdì 1 Novembre 2019. Il video, girato da Luca Gatti e Stefano Ferraro, vede la partecipazione di due star del web come Roberto Parodi, giornalista famoso per i suoi video dissacranti, e SuperDen, youtuber di successo con più di 400.000 iscritti al suo canale e milioni di views per ogni sua pubblicazione.